venerdì 26 dicembre 2008

ANCHE IL SECONDO PACCO DELLA SWAP E' ARRIVATO

L'emoziona continua!!
E' arrivato prima di Natale il secondo pacco della Swap che mi è stato donato da Eleonora
Quando è stato consegnato io non ero in casa, mia cognata l'ha ritirato per me.
Appena sono arrivata mi ha chiamata, ho preso il pacco e l'ho messo sul tavolo in sala da pranzo, mio marito era più curioso e impaziente di me.
Abbiamo tolto l'imballaggio e, quando abbiamo aperto i nostri occhi brillavano tanta era la gioia di dover scartare questi meravigliosi pacchettini .
Nel pacco c'erano dolcetti della tradizione Campana e, oggetti caratteristici della bella Napoli.
Ecco cosa conteneva il pacco di Ele:
una strenna Natalizia
un contenitore in vetro con tanti bastoncini d'incenso
un libro di ricette "Sapori di Campania"
una mollettina porta biglietti
un meraviglioso cestino pieno di Castagne del Prete
una bellissima scatola natalizia con dentro i tipici "Roccoco"
una bustina con tanti "Taralli di sugna e pepe"
la stupenda maschera di "Pulcinella"
un bellissimo biglietto di auguri
un bel corno rosso, tipico oggetto napoletano
Come potete vedere, mentre facevo le foto i Taralli sono spariti e i Roccoco sono stati più che dimezzati. Mentre io fotografavo mio marito e compagnia rosicchiavano.
Ogni cosa che era nel pacco ha trovato il suo posto; il cestino delle castagne è sulla mensola in cucina, i bastoncini d'incenso sono stati messi sulle mensole di vetro nel bagno vicino all' essenze prese in Egitto.
La scatola dei Roccoco ospita i lenzuolini da culla che sto ricamando, la mollettina è vicino al telefono, il libro di ricette e assieme ai miei libri di cucina preferiti, il corno è appeso sulla porta, la bella mascherina nella vetrina, la strenna è sul cancello, il bigliettino è in un cassetto assieme a quello di Valentina . Li custodirò con cura assieme a tutti gli altri oggetti che mi sono stati donati.
Grazie Ele sono felicissima di averti conosciuta, Buon Anno a te e alla tua famiglia un Bacio
Ringrazio di cuore Eleonora e Valentina, ragazze sono felice di avervi conosciute.
Ringrazio di cuore Martina http://lamuccasbronza.blogspot.com/ che con l'iniziativa della Swap mi ha dato questa meravigliosa opportunità .


venerdì 19 dicembre 2008

E' ARRIVATO IL PRIMO PACCO DELLA SWAP

Questo stupendo pacco Natalizio mi è stato donato da Valentina http://chiododigarofano.blogspot.com
Quando è arrivato mi sono emozionata tantissimo, solo il pensiero che dentro avrei trovato delle cosine fatte da un amica che la sorte mi ha assegnato, mi ha reso felicissima.
Quando io e mio marito l'abbiamo aperto siamo ritornati fanciulli.
E' veramente bello aprire un pacco quando non sai cosa troverai dentro, ad ogni pacchettino che tiri fuori gli occhi brillano e, il cuore batte forte, è una sensazione stupenda che ti danno le piccole cose fatte con AMORE
In questo bel pacco Vale ha messo le specialità della sua Romagna:
1 pacco di garganelli romagnoli
1 pacco di piadine romagnole
1 salsiccia passita della Romagna
2 buste grandi piene di favolosi dolcetti con forme natalizie, con cuore di nutella e marmellata
1 bellissimo panno Natalizio
1 completino dai colori stupendi (grembiule presina strofinaccio)
1dolcissimo croccante di arachidi
1 panno casa e tanti fantastici panni vileda
1 stupendo bigliettino con un pensiero Madre Teresa di Calcutta


Guardate il tempo di fare la foto e, la salsiccia era già stata azzannata e, i bellissimi dolcetti dimezzati, mio figlio e mio marito hanno gradito, eccome!!
Questi li ho nascosti, devo farli assaggiare all'altro figlio che arriva stasera.



I garaganelli li farò Domenica con la mia salsa di peperoni, questo bellissimo panno Natalizio è sul mio tavolo in cucina, il grembiulino con gli accessori li userò il giorno di Natale, il salame i dolcetti e le piadine non arriveranno a Domenica, i miei figli faranno man bassa, gli stupendi panni vileda e il panno da cucina mi faranno compagnia nelle pulizie della mia casa, il bigliettino lo terrò ben custodito.
Grazie Vale un bacione grandissimo, sono felice di averti conosciuto sei una ragazza dolcissima
Buon Natale a te e a tutta la tua famiglia a presto

ANGUILLA MARINATA (carpionata)

Un antica usanza del nostro paese vuole che per la vigilia di Natale sulle nostre tavole ci sia la carpionata.
La mia famiglia l'ha sempre preparata, 10 giorni prima del Natale.
La ricettina è sempre la stessa, viene tramandata da generazione in generazione, in passato veniva preparata da mia madre, purtroppo gli eventi della vita l'hanno segnata e, il compito è passato a me.
Ed ecco le povere anguille che nuotano nella mia ciotola ignare di quello che gli sta per capitare, poverine mi fanno tanta pena, però non posso fare altrimenti, fritte e messe a marinare nell'aceto sono buonissime.
Preparazione: Pulire bene le anguille spellarle e asciugarle. Salarle per bene passarle nella farina e friggerle con olio di semi (se preferite si possono anche fare alla griglia) farle asciugare su carta assorbente
Nel frattempo in un pentolino mettete a bollire 3 parti d'aceto e 1 parte di vino bianco con del sale, 1 pizzico peperoncino, 5 foglie di salvia un rametto di rosmarino.

Mettere i pezzi di anguilla in un barattolo e coprirli con il liquido freddo, chiudere ermeticamente e far riposare per 10 - 15 giorni




TORTA ALLE NOCCIOLE

Semplice e gustosa torta, fatta con le nocciole della nostra terra

INGREDIENTI:
150 grammi nocciole tritate fini
100 grammi burro
200 grammi zucchero
3 uova
200 grammi farina
1 bustina lievito in polvere per dolci
scorza di limone grattugiata
1 cucchiaio olio d'oliva
3 cucchiai latte
1 pizzico sale


PREPARAZIONE:
Montare il burro con lo zucchero, unire le uova 1 per volta, mescolare con energia.
Amalgamare bene all'impasto le nocciol, la scorza di limone, la farina il sale e, il lievito . per ultimi l'olio e il latte,
Amalgamare bene il tutto , versare in una teglia imburrata e infarinata.
Cuocere in forno caldo a 200°C per 30 minuti
Ed eccola qui sotto ben incartata pronta per essere donata a Natale







lunedì 15 dicembre 2008

PREMIO "BLOG DE ORO"

Con immenso piacere ho ritirato questo premio da Strghina Stregetta http://streghinaincucina.blogspot.com

Io vorrei passarlo a tutte voi

Che con i vostri commenti avete permesso a questo mio semplice Blog di vivere.

Ciao un bacione a tutte Maria

venerdì 12 dicembre 2008

Pan Dolce (Panettone)


L'avventura panettone continua
Questa è l'antica ricetta del Pan Dolce di Natale.
Mia nonna lo preparava a Dicembre. Nel suo forno le pagnotte dolci veniva sfornate
solo in prossimità del Natale.
E sì!
Anticamente anche il panettone Milanese aveva la forma delle pagnotte, nell'epoca ottocentesca questa forma fu sostituita da quella cilindrica.
La stessa cosa ho fatto io con la vecchia ricettina del libro di famiglia.
Dopo l'ottimo risultato ottenuto con il Panettone di Blunotte (ft13) mi son detta:
E' arrivato il momento di provare questa ricettina che dorme da anni nel cassetto, detto fatto.
Per prima cosa sono andata sul blog di Adriano http://profumodilievito.blogspot.com seguendo alla lettere le sue istruzioni ho preparato lo stampo con la carta forno.
Fra impasto e stampo sono stata impegnata un giorno intero, ma credetemi ne è valsa la pena.
Finalmente ho mangiato il Panettone di una nonna che non ho mai conosciuto.

Ingredienti:

350 grammi farina (+ quella che serve per lavorare)

30 grammi lievito di birra

acqua che serve

125 grammi burro

125 grammi zucchero

3 tuorli

scorza grattugiata di arancia e limone

1 pizzico sale

60 grammi uva sultanina

cioccolato a pezzetti

1 cucchiaio liquore all'arancia

Preparazione: in una ciotola lavorare 100 grammi di farina con il lievito sminuzzato e, poca acqua tiepida. Lavorare bene l'impasto fare un panetto con le forbici fare un taglio a croce coprire con una coperta e, lasciar lievitare 30 minuti.

Trascorso questo tempo mettere metà della farina rimasta nella ciotola, unitela al panetto lievitato aggiungendo acqua tiepida che serve.

Lavorare bene formare un altro panetto praticare il taglio a croce coprire e, far lievitare per 5 - 6 ore.

Trascorso questo tempo unite al panetto lievitato la restante farina, 100 grammi di burro sciolto, i tuorli leggermente sbattuti con lo zucchero, le scorse degli agrumi, il sale, il liquore, incominciare ad impastare e, aggiungere l'acqua che serve, lavorare per 10 minuti, poi

aggiungere la cioccolata a pezzetti e l'uva sultanina ,fatta rinvenire in acqua calda e poi, asciugata e infarinata.

Lavorare la paste finché la vedrete soffice e lucida, se serve spolverare con farina la ciotola.

A questo punto mettetela nello stampo ben unto e infarinato, fare un taglio a croce e lasciar crescere 6 - 7 ore o fino a quando è salito fuori dallo stampo.

Distribuite sulla superficie il burro rimasto a fiochetti ,mettere nel forno accendere a 160°C

far cuocere 30 minuti, poi alzare a 180 e cuocere per circa 40 50 minuti. Appena la calotta è scura coprire con la carta, prima di toglierlo fare la prova stecchino



Alici


Queste alici sott'olio le preparo seguendo una vecchia ricetta.
Sono decenni che la mia famiglia prepara in questo modo le alici.
Noi le usiamo moltissimo come antipasto, oppure in estate come secondo assieme ad una bella insalatina e fette di mozzarella di bufala.



Ingredienti:
alici
aceto
sale, aglio, peperoncino
prezzemolo
limone
olio evo

Preparazione; togliere la testa ed aprire le alice sul dorso, togliere le viscere lavare per bene sotto acqua corrente.
Farle scolare per bene ed asciugare con carta scottex.
Prendere un barattolo di vetro, fare sul fondo uno strato di alici, salarle per bene, mettere un pezzetto di aglio di peperoncino, un rametto di prezzemolo, coprire con succo di limone e aceto continuare così fino alla fine delle alici.
Mettere aglio peperoncino e, prezzemolo ogni 3 stati, coprire bene con succo di limone e aceto, chiudere con il coperchio e, lasciar riposare 48 ore.
trascorso questo tempo versare delicatamente le alici in una scolapasta, lasciarle così per circa 10 minuti.
Prendere un barattolo metterle a strati ben coperte con l'olio.
Pronte da consumare dopo 5 - 6 ore

Trippa al sugo


Ci sono diversi modi per preparare un gustoso piattino di trippa.

Noi visto che la trippa è grassa di suo, la prepariamo con una salsa di pomodoro molto semplice.

INGREDIENTI:
1 chilo di trippa
sale, pepe, peperoncino
rosmarino, 3 foglie di salvia, 4 foglie menta glaciale
olio
1 bottiglia passata di pomodoro
grana grattugiato


PREPARAZIONE:
Lessare la trippa in acqua salata.
In una pentola olio e, un pezzettino di peperoncino (non deve pizzicare) far scaldare un po', aggiungere la passata di pomodoro un po' d'acqua, sale, pepe e, le spezie.
Appena la trippa è pronta scolarla tagliarla a striscioline e versarla nel sugo bollente.
Lasciar cuocere per circa 30 minuti, se serve aggiustare di sale e pepe, servire calda spolverata con una bella cucchiaiata di grana grattugiato

Beccacce in casseruola


UN piattino veramente speciale, per chi ama la cacciagione queste becacce sono da provare.
INGREDIENTI:
olio
aglio
un pezzo di cipolla
6 chiodi di garofano
salvia
rosmarino
sale pepe
3 bacche di ginepro
2 bicchieri vino bianco
2 cucchiai aceto
2 becacce e interiora
Preparazione:
Mettere nella casseruola olio aglio cipolla chiodata, interiora tritate e far rosolare, poi aggiungere salvia rosmarino e le becacce tagliate a metà.
Far dorare entrambe i lati salare, pepare, mettere le bacche di ginepro, sfumare con i due cucchiai di aceto, poi aggiunger il vino e cuocere per 1 ora a fuoco basso, casseruola coperta.
Per finire la cottura se serve aggiungere un pochino di acqua

Tagliatelle con carciofi

In vecchiaia ho allergie.
Non si sa bene a cosa, sto iniziando a fare le prove allergiche ma, mi è stato tolto dall'alimentazione il pomodoro, il dado e tutti gli alimenti preparati con lieviti .
Quindi tutti i giorni pasta con olio e basta, visto che è una vita che sono intollerante al latte, devo dirvi la verità mi sono proprio stancata di mangiare pasta o minestra insipida.
Pensa che ti ripensa ho avuto questa ideuzza!!
Mi sono chiesta, chissà come saranno le fettuccine condite con la salsa che preparo per la lasagna con i carciofi?
La risposta l'ho avuta quando ho portato i piatti in tavola.
Nessuno a fiatato, sono buonissime.
Provate!!!
INGREDIENTI x 4
2 bei carciofi
2 salsicce fresche di maiale
olio, sale, pepe
vino bianco
un pochino di farina
grana grattugiato
PER LA PASTA
4 uova
270 grammi farina di grano duro
230 grammi farina + quella che serve per spolverare la tavola
PREPARAZIONE: Mettere in una teglia capiente l'olio e le salsicce ben sbriciolate, farle andare per pochi secondi, aiutandovi con una forchetta scioglietele per benino.
Dopo aver pulito bene i carciofi lavateli in acqua acidulata, poi fateli a spicchi sottili e ricavatene piccoli pezzettini che unirete alla salsiccia.
Far andare 2 minuti mescolando, sfumare con del vino bianco, salare e pepare poco (le salsicce sono saporite di suo)versare nel composto 1/2 bicchiere d'acqua e far cuocere fino a quando il sugo di cottura si è ristretto un po. Nel frattempo metteremo a cuocere le fettuccine, appena la salsa è pronta prendere un po di sugo scioglierci circa 1/2 cucchiaio di farina e legarci la salsa.
Versare le fettuccine nella teglia con la salsa belle al dente e colenti , mescolare delicatamente far insaporire bene, appena pronte servite con una bella spolverata di grana

giovedì 11 dicembre 2008

Cosce di fagiano alle olive


Questa ricetta è mia, quando ho dei bei fagiani gli tolgo il petto che metto da parte e faccio a fette.

Con le ali e le carcasse ci faccio un ottimo brodo, le cosce le preparo in questo modo:

occorrente, aceto, limone, rosmarino, bacche di ginepro, olio sale, pepe, 150 grammi olive nere secche, vino bianco, 1 aglio, 8 cosce di fagiano.

PREPARAZIONE:

mettere in una casseruola capiente olio e olive, appena il tutto è caldo aggiungere le coscette di fagiano e, farle dorare per bene.

Sfumare con il vino, salare pepare, unire il rosmarino e le foglie di ginepro, 1 aglio schiacciato far cuocere circa 15 minuti a casseruola coperta.

Trascorso questo tempo aggiungere 1 bicchiere di acqua, il succo di 1 limone, 2 cucchiai di aceto e lasciar cuocere a fuoco moderato a casseruola coperta per circa 1 ora.

Se il sugo di cottura si restringe troppo aggiungere vino e acqua.

Servire calde con le olive

INGREDIENTI

lunedì 8 dicembre 2008

Panettone


IO e il Panettone
Sono anni che cercavo una ricettina da fare in casa, ed ecco che per incanto qualche giorno fà sul blog di blunotte vedo questa meraviglia.
Mi metto subito all'opera; impasto con amore ed emozione, contemplo la sua crescita, la sua cottura, finalmente è pronto.
Lo metto nel piatto e, lo nascondo. Dopo cena lo metto in mezzo al tavolo, vado a prendere il telefonino torno............. non c'è più, il piatto piange, se lo sono pappato.
Sabato 6 Dicembre, alle 18 impasto un altro bel panettone, si cena il marito va a dormire, i ragazzi escono, rassetto la cucina e inforno il mio capolavoro, verso le 23 lo sforno e faccio questa bella fotina.
I ragazzi rientrano verso mezzanotte, li sento trafficare in cucina, come al solito fanno uno spuntino.
Sabato mattina mi alzo alle 6, il maritino ancora dorme, i ragazzi si sono alzati presto per andare a caccia e il panettone? sparito.
Nel piatto un misero pezzettino, giusto un assaggino.
Oggi festa dell'Immacolata, non poteva mancare un dolcetto sulla tavola.
Qundi sveglia presto ed ecco il panettone pronto da infornare, ma , che succede?
Il forno è morto!
Chiamo mia madre: Gli dico accendi il forno che arrivo.
Mio marito prende la macchina e io corro con il mio trofeo fra le mani, stando attenta a non farle prendere scossoni.
Il viaggio un po' l'ha disturbato, ma poi al calduccio si è risollevato.
Ritorno a casa con questa meraviglia profumata.
Con calma mi avvicino al forno e, ah ah ah ha il mio forno non è morto, è che per la fretta avevo impostato lo spegnimento automatico, ah ah ah
Ho riso come una matta e, finalmente ne ho mangiato una bella fetta.
secondo panettone



Ricette di FT13 presa sul suo blog http://blunottelive.blogspot.com/

Ingredienti:
170g latte,
50g burro ammorbidito,
2 tuorli d'uovo,
80g zucchero,
170g farina 00,
170g manitoba,
1 cucchiaino di sale,
1cubetto di lievito di birra,
1 fialetta aroma limone o arancia,
50g uvetta,
50g canditi
o in alternativa gocce di cioccolato.


Impastare tutti gli ingredienti,sì proprio così tutti gli ingredienti insieme, fontana di farina sulla tavola e dentro tutto, tranne il cioccolato o i canditi e l'uvetta, far lievitare per piu' di un'ora fino al raddoppio dell'impasto, se viene molle non vi preoccupate, è giusto così. Poi aggiungere le gocce di cioccolato, mettere nello stampo imburrato e far lievitare ancora per piu' di un'ora, poi infornare a forno non troppo caldo (cosi' continua la lievitazione per i primi minuti) a 180° per circa un'ora. Quando è cotto si vede perchè sopra diventa scuro come quelli che si comprano.



Finalmente ho mangiato una bella fetta, ma ... solo al terzo tentativo



martedì 2 dicembre 2008

TOZZETTI e GHIOTTINI

Quest'anno a Natale faremo doni mangiarecci, abbiamo deciso di mettere i nostri Tozzetti e, i Ghiottini fatti con le nostre nocciole in piatti di coccio vestiti a festa.
Queste ricette fanno parte del ricettario di famiglia, la ricetta infatti prevede lo strutto, che ora noi sostituiamo con burro o margarina


Ingredienti per i tozzetti: 600 grammi farina + quella che serve per lavorarli, 3 uova, 100 grammi strutto (o burro), 300 grammi zucchero, 350 grammi nocciole intere leggermente tostate, 1 bicchiere latte, 1 bustina lievito in polvere, 1 pizzico sale, scorza di limone e arancia grattugiata, 1 cucchiaino bicarbonato, 1 bicchierino (piccolo)di Liquore Strega.


PREPARAZIONE: mettere la farina a fontana sulla spianatoia e setacciateci il lievito, al centro sbattere le uova con lo zucchero, il sale, poi il burro, il latte, la scorza degli agrumi, il bicarbonato ed il liquore impastare e alla fine aggiungere. Lavorare bene l'impasto fino a quando il tutto sarà ben amalgamato.

Fare dei filoncini metterli sulla placca da forno foderata da carta forno distanziati fra loro, schiacciarli e cuocere in forno caldo a 200°C fino a doratura.

Sfornare far raffreddare, tagliare e metterli rovesciati a tostare nel forno, se serve rigirarli.


GHIOTTINI
Ingredienti: 1 chilo di farina + quella che serve per lavorare, 10 uova, 1 chilo zucchero, 700 grammi nocciole macinate, 2 bustine lievito in polvere per dolci, 1 bicchierino liquore all'arancia, scorza di 1 limone grattugiato, 1 pizzico sale.
Mettere la farina sulla tavola e mischiarci per bene il lievito, al centro sbattere le uova con lo zucchero il pizzico di sale, poi aggiungere le nocciole la scorza grattugiata e il liquore, lavorare aiutandosi con una spatola, poi lavorare bene il tutto con le mani.
Fare dei filoncini, mettere su una placca da forno foderata con carta forno e, cuocere a 220°C per 15 - 20 minuti, far raffreddare, tagliare e tostare pochissimo

Ed ecco i Tozzetti e, i Ghiottini confezionati come dono natalizio

Delizie e Dolci con Marmellata

Una sola ricettina per due preparazioni veloci semplici e gustose
Ingredienti:
4 rossi d'uovo
200 grammi zucchero
500 grammi farina 00
100 grammi burro
1 bustina lievito in polvere per dolci
1/2 bicchiere latte
1 pizzico sale
Per la finitura delle delizie : nutella, zucchero, acqua, nocciole tritate fini
Per i biscottini : marmellata di albicocche
Preparazione : mettere la farina sulla tavola, al centro lavorare i rossi con lo zucchero il pizzico di sale, il burro, il latte, per ultimo il lievito, amalgamare il tutto far riposare un pochino l'impasto.
Con la macchina della pasta al numero 1, fare delle strisce e, con un bicchierino piccolo o un taglia pasta tagliare i biscottini, per quelli alla marmellata tagliare con il taglia ravioli e a metà fare un buco al centro .
Mettere sulla placca foderata con carta forno a cuocere a forno caldo a 180°C per una decina di minuti. Togliere appena sotto hanno preso colore, far raffreddare.
Per i biscottini mettere la marmellata e chiudere con il biscottino bucato
Invece per le delizie: prendere 1 biscottino mettere al centro un po' di nutella chiudere con un altro biscottino.
Mettere in una ciotola le nocciole macinate, in un pentolino far sciogliere 5 cucchiai di zucchero con 3 cucchiai d'acqua, quando il composto bolle e fa la schiuma rotolarci i bordi dei biscottini e, passare poi nelle nocciole per sigillare il tutto


Le mie delizie racchiuse in un porta pane di panno. Pronte per essere donate a Natale

lunedì 1 dicembre 2008

Il mio presepe

Finalmente il presepe è finito, le foto non sono ottime e neanche il video comunque rende l'idea del lungo lavoro fatto in questi giorni.
Buon Natale a tutte quante
video