mercoledì 18 novembre 2009

Gnocchi di zucca --Orechiette rucola e pinoli

WW la zucca!!
Non so a voi ma qui piace in tutti i modi, con il riso, i fagioli, sulle crostate, sulla pizza.
Vedendo su alcuni album di alf e sui vostri blog gli gnocchi, mi sono detta devono essere squisiti.
Ho preso tutte quante le ricette e ne ho fatto un miscuglio, per il condimento ho seguito un suggerimento di Dauly
MMMMM che risultato, per i miei buongustai, da 5 forchette ah ah ah ah


GNOCCHI DI ZUCCA

Per l'impasto x 4: 300 gr zucca con tutta la buccia, 250 gr patate crude, 300 gr farina 00, ( il peso può variare leggermente, dipende dal tipo di farina) 30 gr grana grattugiato, 1 uovo

Per la salsa: 1 cucchiaino di farina di nocciole, un po' di burro ( o fatto ad occhio, la prossima volta lo peso) sale, 1 foglia di salvia fresca

Procedimento: appoggiare la fetta di zucca sulla teglia, passare in forno per 30 - 40 minuti
lessare le patate. Sbucciare le patate e schiacciare con lo schiaccia patate, sempre con lo schiaccia patate passare la zucca dopo aver tolto la buccia, unirla alle patate lavorare un po, lasciare il composto sulla tavola a raffreddare.
Ogni tanto girare un pochino, quando il tutto è ben freddo unire 1 uovo e il grana, lavorare il composto unendo pian piano la farina.
Appena l'acqua bolle, incominciare a fare dei filoncini e tagliarci dei tronchettini , mettere in acqua ben salata e fa bollire qualche minuto.
Nel frattempo in un salta pasta sciogliere il burro con la foglia di salvia, unire le nocciole macinate e un po' di sale con un pizzico di pepe,
Scolare gli gnocchi versarli nel salta pasta, amalgamare un momento a fuoco basso, mettere nei piatti, spolverare con una bella presa di grana e, un po di pepe macinato al momento
Per abbellire il piatto ho cotto in forno con olio delle fette di zucca salate e, passate nella farina
EEEEE Buon appetito




Orecchiette rucola e pinoli




Per 4 persone: 1 pacchetto orecchiette fresche, circa 20 olive nere snocciolate tagliate a rondelle,
un cucchiaino pinoli macinati, qualche pinolo intero, olio, sale peperoncino , 200 gr ruchetta, 20
pomodorini pachino ben maturi
Procedimento: cuocere le orecchiette in acqua bollente salata, a metà cottura unire la ruchetta ben lavata e tagliata a striscioline.
Nel salta pasta preparare la salsa: olio e peperoncino, far scaldare un po e versare i pomodorini tagliati in 4, le olive il sale, far cuocere circa 15 minuti poi unire i pinoli macinati e quelli interi.
Appena le orecchiette sono pronte, scolare e versare nella salsa, far rapprendere su fuoco per pochi secondi. Mettere nei piatti e portare subito in tavola

domenica 15 novembre 2009

Buon Compleanno Mario

Voglio iniziare questo post con la lettera che mio cognato Roberto ha scritto per il fratello Mario
(detto Caruso per la sua splendida voce). Parole che ci sono arrivate al cuore, che hanno fatto scendere due lacrimoni a parecchi di noi.



Ieri 14, Novembre 2009 , è stato organizzata una festa a sorpresa per mio cognato,
tutto è filato liscio.
I preparativi sono stati fatti in gran segreto con la collaborazione di tutti gli invitati.
Questo è il lenzuolo che ha preparato Marco, il figlio di mia nipote per fare gli auguri al nonno

Ecco mio cognato un pochino frastorato, fermo sull'uscio, viene preso d'assalto da tutti invitati



Buffet per l'aperitivo poi tutti a tavola, antipastini pronti accompagati da deliziose focaccine al rosmarino
Il tutto rigorosamento acquistato nei migliori negozi del nostro paese



Si da inizio al banchetto:
Mario ascolta con attenzione i biglieti augurali, letti dal figlio Maurizio



Questo ragazzo si chiama Marco, cameriere al top della simpatia, spinge il carrello con la lasagne e i cannelloni
Per secondo maialino pollo, patatine e insalatina
Tutto rigorosamente acquistato

Carrellata di dolci, che dire una meraviglia per gli occhi, una delizia per il palato
Fra queste delizie acquistate nei negozi artigianali, fanno bella mostra le deliziose pesche di sorby la ricetta http://delicatezzedisorbyy.blogspot.com/2008/10/pesche-allalchermes.html

Ah ah, qui come vedete la torta a preso fuoco.
I 70 anni sono stati accesi fra gli applausi dei commensali

video


Infine questo piccolo video, per allietare le vostre orecchie

Buon compleanno cognato

Sei un

uomo

Speciale

domenica 8 novembre 2009

Crostata di Mele e Mandorle di Adriano Continisio

Perchè oggi 8 novembre 2009 molti food bloggers e forumisti pubblicano in contemporanea questa ricetta?

Per solidarietà con Adriano Continisio che l'ha inventata e pubblicata sul suo blog già nel 2007.

Riassumendolo in pochissime parole, questa manifestazione vuole porre l'attenzione prima di tutto sulla necessità di un comportamento corretto per chi usa la rete nei confronti di chi pubblica materiale.
Spesso si sceglie di mettere a disposizione il proprio materiale o lavoro con una licenza che permette di usarlo a condizione che se ne citi la fonte e questo è già un dono, a nostro avviso.
Si dice a chi legge: puoi gratuitamente utilizzare il materiale, puoi prenderlo, ma devi specificare che è mio e dire dove l'hai preso. Non è chiedere molto!

Altra importante condizione è che il materiale non venga usato a scopo di lucro.
Quando tutte e due le condizioni non vengono rispettate è evidente che la cosa è ancor più grave.

Questa volta è capitato ad Adriano, ma nel tempo è già capitato ad altri. Creare un tam tam è forse il primo di tanti passi per avversare il fenomeno, perciò ci siamo uniti e oggi pubblichiamo con il nome del suo autore la ricetta e la foto della crostata che ognuno di noi ha preparato.


E' ora che tutti sappiano di chi è la farina e pure il sacco!!!!!





Crostata di mele e mandorle di Adriano Continisio

Ingredienti:
400gr pasta frolla
4 mele grandi (ca. 600gr al netto degli scarti) (ho usato le Golden Delicious)
80gr di zucchero
4 cucchiai di amaretto di saronno
succo di mezzo limone
poca cannella in polvere.

Massa di mandorle:
120gr uova intere
60gr zucchero
50gr farina di mandorle
15gr farina di mais fioretto
15gr fecola
un pizzico di sale
estratto di mandorle

una manciata di mandorle a lamelle
sciroppo di zucchero
marmellata di albicocche.

Saltare a fiamma alta le mele sbucciate e tagliate a cubetti, miscelate con il succo di limone e lo zucchero, fino a che non risultino asciutte ma non spappolate.
Incorporare il liquore e la cannella e lasciare raffreddare.

Foderare uno stampo da 26cm e cuocere in bianco per 15 minuti (i primi 10 con carta da forno e riso).
Nel frattempo montare le uova con lo zucchero ed il sale, incorporare delicatamente le polveri e poche gocce di estratto.
Pennellare la frolla con poca marmellata, versare le mele, coprire con la massa e cospargere con le mandorle a filetti.

In forno a 170° per ca. 20 minuti.

All'uscita dal forno lucidare con sciroppo a 30°be.




Questa favolosa ricetta è stata pubblicata da Adriano domenica 23 settembre 2007 alle 9.02


Etichette: Torte

Per chi non conosce l'antefatto, la storia è su Profumo di Lievito, il blog di Adriano

http://.profumodilievito.blogspot.com/2007/09/altra-mia-passione-sono-i-dolci.html

Krapfen degli Ussari

Questo è il mio 3° esperimento , quasi interattivo fatto assieme alle cuochine di Alf.




Il tutto è stato svolto sotto la guida di Lunaneraazzurra i primi di Settembre, assieme a noi hanno partecipato anche Kiki ,Shade, Nadi70, Franci, Sandra, Venerebeau, Dauly,Chiccuccia, Angechia, Lunadargento, Mariolina, Luisa, Sonia, Anto81, Alice.
Chiedo scusa se ho dimenticato qualcuno
.

Krapfen degli Ussari (biscottini degli ussari)

INGREDIENTI:

300 gr di farina di frumento
200 gr di burro
100 gr di zucchero
75 gr di nocciole sgusciate
2 tuorli duovo
1 pizzico di sale
Burro per la placca del forno

Per la lucidatura: 1-2 tuorli duovo

Per la guarnizione: 70 gr di marmellata di albicocche, 70 gr di marmellata di lamponi, 1 cucchiaino di succo di limone, 1 cucchiaino di distillato di lamponi

PROCEDIMENTO:
Impastate la farina con il burro ammorbidito a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti, lo zucchero, i tuorli, le nocciole sgusciate e macinate, un pizzico di sale.
Avvolgete limpasto in un foglio di alluminio da cucina e mettetelo in frigorifero per un paio dore. Trascorso il tempo formate delle palline di pasta e scavate un incavola centro di ciascuna.
Spalmate i dolcetti con tuorlo sbattuto (io ho usato un tuorlo diluito con un pò di albume), poneteli su una placca da forno ben imburrata e fateli cuocere, nel forno scaldato a 200C per circa 15 minuti.

Metteteli quindi su una griglia e lasciateli raffreddare.
Riscaldate separatamente le marmellate e mescolate, quella di albicocche con il succo di limone, mentre quella di lamponi con il distillato (io ho utilizzato marmellata di fragole e di pesche con aggiunta di succo di limone).

Infine, farcite alternativamente i dolcetti con una delle due marmellate e lasciate asciugare.
Io ho usato un solo tipo di marmellata, ma prima di farcire ho spolverato con zucchero a velo

sabato 31 ottobre 2009

Buon HALLOWEEN::


Ecco a voi le dita della strega
Adattissime per fare uno scherzetto a chi suonerà alla mia porta ah ah ah

venerdì 30 ottobre 2009

PUNTO CROCE e RICAMO


Questi sono gli ultimi lavori eseguiti.
La nascita di un bimbo è una gioia, mi piace preparare corredini assieme alle emozionatissime mammine



Questo fiocco non è ancora stato consegnato. Visto che la nascita del piccolo è prevista verso il 15 di questo mese






Il nome è stato scelto dal papà.






Quest è una mongolfiera, stoffa a quadretti bianca e celeste.

La foto non è delle migliori, purtroppo è appesa sotto il portico e il sole non ci permette un inquadratura migliore.

Nel cestello ho messo un coniglietto celeste che tiene in mano un nastrino con un cartoncino appeso




Particolare del cartoncino, foderato in tela e ricamato




Questa coccardina è stata ricamata, poi cucita e abbellita con nastri





Eccola in bella mostra appesa al cancello



Giacchino di filo fatto con i ferri




Lenzuolino cucito e ricamato a mano







Per questo lenzuolino a punto croce ho messo assieme diversi motivi




Devo dire che è venuto fuori un bel lavoro




Orsetta che tira un carrettino con tante oche



Beby orso che gioca con l'aquilone, è stato messo al centro con una parte del motivo dell'orso che cattura le farfalle




Orsetto che cattura le farfalle sotto lo sguardo di un oca dispettosa

martedì 29 settembre 2009

BUON COMPLEANNO


Ragazze il 23 Settembre questo Blog ha compiuto un annoooooooooooooooooooooo!!
E' propio passato un anno, un anno stupendo in vostra compagnia.
Ringrazio Paoletta per avermi dato l'idea e, tutte voi ,che mi avete sostenuta e, avete permesso a questo piccolino di crescere.
Se oggi sono ancora qui è solo per voi, vi voglio beneeeeeeeeeeeeeeeeeeee.
Non dovete pensare che sorbyy si è stancata di aggiornare, mi vergogno a dirlo ma sorbyy si trova in difficolta con il nuovo pc.
Cause ancora da chiarire non si riesce ad istallare il programma PC studio che mi consente di scaricare le foto dal mio cellulare.
Adesso le cose sono 2 o rompo la testa a chi mi ha venduto il pc con il programma "Vista," o compro una machinetta digitale!
Ciao un bacione a tutte MARIA

martedì 30 giugno 2009

Premi e Lavoretti


Questi sono alcuni lavori terminati; sto preparando dei corredini per neonato che mi tengono lontano da voi........... ma non preoccupatevi sono quasi al termine, presto sarò di nuovo fra voi.
Mi mancate tantissimoooooooooo................
La foto sopra è di un sacchetto porta cambi per l'ospedale per il nipotino di mia cugina che arriverà ad Agosto


Questo è uno dei bavaglini sempre per il piccolo Valerio



Questo invece è il lenzuolino per una bimba che è già fra noi



Altri bavaglini per Valerio




Tre porta cambi per l'ospedale in picche bianchi, cuciti da mia cugina che io ho ricamato
Questi sono i premi





Con molto ritardo eccomi qui con due stupendi premi che mi sono stati passati da due amiche meravigliose.
Le due amiche sono le autrici del blog
Ecco a voi le 7 cose che mi caratterizzano .......vediamo un po'......

1. Fobica
2.affettuosa
3.timidida ma aggressiva
5.curiosa
6.generosa
7.un po tanto... prepotente
io li passo a tutte voi deliziose amiche che in questi mesi mi avete fatto compagnia passando di qui .........un bacione a tutte

venerdì 5 giugno 2009

Carciofi in casseruola


Questi sono i carciofi alla romana, di romana hanno solo la cottura.
Visto che in casa nostra nessuno ama l'aglio e la mentuccia, mia madre li cuoce in modo semplice e devo dire risultato ottimo.
Ingredienti:
Carciofi ,Sale, pepe, olio evo, un rametto di prezzemolo, un bicchiere di vino bianco secco.
Preparazione dei carciofi: eliminare le foglie esterne più dure e il gambo, con un coltellino togliete la parte più esterna del gambo, tagliare la parte superiore dei cuori dei carciofi , allargate quest'ultimi eliminando, se necessario la peluria interna.
Man mano che vengono puliti mettere i gambi con i carciofi in un ampia ciotola con acqua e succo di limone .
Sgocciolare mettere in una teglia a testa in su dopo averli ben salati , una spolveratina di pepe, un rametto di prezzemolo sul fondo della teglia, far andare un po, sfumare con il vino aggiungere un po di acqua e far cuocere per circa 15 minuti coperti a fiamma media.
A questo punto metterli a testa in giù, se serve aggiungere dell'acqua calda e continuare la cottura per circa 15 - 20 minuti . Togliete il coperchio , e fate cuocere scoperchiato per un paio di minuti se serve restringere il fondo di cottura.

PICI CON GAMBERI E CARCIOFI


Una variante per condire i pici.
Devo dire che sono buoni e la preparazione è semplice, li abbiamo mangiati al ristorante sul lago di Trevignano.
Come potete vedere la domenica dopo li abbiamo provati a casa
Che devo dire! Risultato ottimo
Ingredienti per 4 persone: Pici (io preparo un impasto con 500 grammi di farina) 2 bei carciofi, aglio,poco prezzemolo tritato, 500 grammi gamberi ( se grandi farli a pezzi), olio evo, sale pepe.
Preparazione: pulire i carciofi e fare a pezzettini piccoli, metterli a cuocere in olio caldo con l'aglio e il trito di prezzemolo, fare andare qualche secondo togliere l'aglio, aggiungere poca acqua e far cuocere coperti per un po.
Nel frattempo lavare bene i gamberi sgusciarli e tenere da parte i gusci con le teste.
Mettere gusci e teste in una padellino con olio sale e far cuocere aggiungendo 2 cucchiai di vino bianco, dopo qualche minuto togliere dal fuoco passare il sugo di cottura e tenerlo da parte assieme al sughetto dei gusci che vanno passati nello schiaccia patate.
Appena i carciofi sono morbidi aggiungere i gamberetti, far cuocere pochi secondi e versare il sughetto che abbiamo da parte, aggiustare di sale e pepe
Lessare i pici in abbondante acqua salata, scolare passare sotto un getto di acqua fredda e saltare per pochi minuti nella salsa con fuoco molto basso
Servire caldi

ROLLE' DI CONIGLIO


lunedì 1 giugno 2009

I Maritozzi Di Adriano

Anche se con molto ritardo oggi sono riuscita a fare un post per questa meraviglia
Quando li ho visti sul blog di Adriano (profumo di lievito) ho letto subito la ricetta che mi ha incuriosito tantissimo
Mi piaceva preparare un maritozzo con della farina di riso, così li ho fatti e che vi dico, qui sono andati a ruba, farciti con la nutella o con dei ciuffi di panna sono meravigliosi.
Mi spiace non avere foto con la panna, mi sono distratta un attimo per fotografare questi due appena sfornati e, quando mi sono recata in cucina per farcirli la panna era sparita



Faccio copia e incolla della ricetta di Adriano

Ingredienti:450gr farina w 300 (in alternativa Manitoba per impiego non professionale)
50gr farina di riso
200gr acqua
90gr zucchero
1 cucchiaio miele (possibilmente d’arancio)
1 uovo + 1 tuorlo
8gr lievito fresco
8gr sale
1 cucchiaino malto (o miele)
60gr burro
40gr olio di mais (o arachide o riso)
zeste di 1 arancia grattugiate
albume e sciroppo di zucchero per pennellare
Portiamo quasi a bollore l’acqua con metà delle zeste e riscaldiamo l’olio con l’altra metà.
Sciogliamo il lievito ed il malto nell’acqua intiepidita (che avremo riportato a 200gr), uniamo 200gr di farina e lasciamo gonfiare a temp. ambiente (ca 1 ora). Misceliamo il resto della farina con quella di riso. Uniamo metà della farina e dello zucchero ed avviamo la macchina a vel. 1, all’assorbimento uniamo l’uovo con il resto dello zucchero e della farina, facciamo andare per qualche giro, poi inseriamo il tuorlo con il miele ed il sale, aumentiamo la vel. a 1,5 ed incordiamo. Aggiungiamo il burro morbido in due volte e, quando avremo ottenuto una buona incordatura, uniamo l’olio a filo, fermandoci di tanto in tanto per evitare che l’impasto si smolli.
Copriamo e poniamo a 26° fino al raddoppio (ca. 2 ore) Per l’impasto a mano rifarsi al procedimento del
pandolce alle pere, lasciando l’olio per ultimo, ad impasto già incordato.Rovesciamo sulla spianatoia infarinata e diamo le pieghe del tipo 2, arrotondiamo e copriamo a campana.
(a questo punto, volendo, possiamo trasferire l’impasto in frigo a 4° fino al giorno successivo)Dopo 30’ porzioniamo in pezzi da 80gr ed avvolgiamo a palla stretto.
Dopo 15’ capovolgiamo le sfere e riavvolgiamo a filoncino, stringendo bene.
Copriamo con pellicola e mettiamo a lievitare a 28° (ca 1 ora)
Pennelliamo con albume ed inforniamo a 180° per 12’ o fino a cottura.
Appena fuori dal forno lucidiamo con sciroppo di zucchero a 30° (135gr di zucchero portati a bollore con 100gr di acqua e raffreddati)
Possono essere farciti con un velo di crema pasticciera e panna montata

venerdì 29 maggio 2009

INVOLTINI DI CREPES E PROSCIUTTO CON ASPARAGI al forno

fINALMENTE HO TROVATO UN MOMENTINO PER AGGIORNARE
Ho deciso di iniziare mettendo queste tre preparazioni che hanno come ingrediente principale l'asparago
Visto il caldo, al posto del forno tradizionale preferisco il microonde


Asparagi e crepes al formaggio




Ingredienti:x 4 persone; 1 mazzo di asparagi, 8 crepes, una noce di burro sale,8 sottilette (o 8 fette di fontina tagliate a macchina)
Per le crepes io uso questa ricetta: 2 uova, 80 gr farina, 20 gr fecola di patate, un pizzico di sale, 250 gr di latte

Preparazione: sbattere le uova con il sale, il latte e piano piano mescolando energicamente con una frusta incorporare le farine. Quando il composto e liscio e senza grumi farlo riposare in frigo per circa 30 minuti.
Nel frattempo pulire gli asparagi, legateli a mazzetti e lessateli in piedi in una pentola con acqua salata per 15 minuti.
Scolare e lasciar raffreddare
Appena l'impasto delle crepes è pronto ne prepariamo 8 usando un padellino antiaderente o una crepiera.
Imburriamo una teglia. dividiamo gli asparagi in 8 mazzettini, avvolgiamo ogni mazzetto con una crepes e adagiamo sulla teglia.
Su ogni crepes mettiamo una fetta di formaggio passiamo in forno caldo per circa 15 minuti o5 minuti a potenza massima nel microonde servire caldi



Involtini di crepes con asparagi e prosciutto



Ingredienti: 8 crepes (vedi ricetta sopra) 8 fettine di prosciutto cotto sottili, 1 mazzetto asparagi (cottura asparagi vedi sopra), 1 tazza besciamella ( preparata con: 40 gr farina, 40 gr burro 1 presa di sale 1/2 litro latte, pepe, noce moscata)


Preparazione: dividere gli asparagi in otto mazzetti, imburrare leggermente una teglia da forno, mettere su ogni crepes una fetta di prosciutto cotto e 1 mazzetto di asparagi arrotolare e adagiare sulla teglia, versare sulle crepes la besciamella e passare nel forno caldo a 180°C per 15 minuti o 5 minuti a potenza massima nel microonde


Asparagi alla farnesina


Questa ricetta è dell'enciclopedia della Buona Cucina, sembra sia un piatto di mezzo presente nei pranzi ufficiali della Farnesina, è semplice e molto delicato

Ingredienti: x 4 persone 1 mazzetto asparagi che una volta cotti dividerete in 8 mazzettini,(cottura vedi sopra) 8 fette di prosciutto cotto, 8 fette fontina tagliata a macchina, 1 tazza besciamella (vedi ricetta sopra)

Preparazione:mettere su ogni fetta di cotto una fettina di fontina e 1 mazzetto di asparagi, arrotolare per bene e adagiare gli involtini su di una teglia leggermente imburrata.
Copriteli con la besciamella e passate in forno caldo a 160°C per circa 15 min. o nel microonde per 5 minuti a potenza massima.
Servire caldi

martedì 5 maggio 2009

Crostata di nocciole

Questa crostate è fra le ricette del nostro libro di famiglia.
La ricetta originale prevede un composto di albumi zucchero e mandorle.
Essendo il mio paese nella zona della Tuscia, ricco di stupende nocciole, il composto di mandorle è diventato un dolcissimo composto fatto con le nostre stupende nocciole.
Bella da vedere, una vera delizia del palato.

Ingredienti per l'impasto:
2 uova
100 gr burro
500 gr farina 00
200 gr zucchero
1 bustina lievito per dolci
1 vanillina
50 gr ricotta
1 bicchierino liquore dolce
1 pizzico sale

Per la crema: 2 chiare montate con 200 gr di zucchero , quando il composto è ben montato aggiungere con un cucchiaio di legno 200 gr nocciole tritate fini ( o mandorle)

Preparazione: mettere sulla tavola la farina setacciata con il lievito a fontana, fare un buco al centro mettere le uova sbattere con lo zucchero e il pizzico di sale , poi burro ricotta e tutti gli altri ingredienti, amalgamare velocemente, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Far riposare 10 minuti avvolto nella pellicola

Stendere + della meta dell'impasto in una teglia imburrata diametro 24-26.
Rivestire con l'impasto anche 2 cm di bordo, ricoprire con la crema di nocciole, decorare con strisce di pasta, rivoltare con una forchetta l'impasto del bordo sulla crema
Cuocere in forno a 180 ° gradi . Non farla colorire troppo





BRUTTI MA BUONI
C'è una cosa che non mi riesce proprio di fare
Le meringhe
Mi danno, ma non trovo la temperatura giusta per cuocerle, se rimangono belle bianche sono appiccicose, se alzo il forno o le tengo più a lungo per farle asciugare bene vengono troppo scure.
Da anni non provo più a farle e mi consolo con questi dolcetti simili e altrettanto buoni
Per farli uso la ricetta bimby.
INGREDIENTI:
300 gr mandorle ( io metto 150 gr nocciole 150 gr mandorle)
300 zucchero
3 albumiCorsivo
PREPARAZIONE:
Inserire nel boccale albume e zucchero: 3 min 40°C. vel. 6
Aggiungere le mandorle: 10 sec. vel. 6
Lasciare raffreddare il composto in una ciotola, poi mettere l'impasto in una sacca da pasticcere e fare tanti ciuffi di pasta sulla teglia ricoperta con carta forno.
Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti.





giovedì 30 aprile 2009

Alici in tre versioni


Il mio pescivendolo qualche giorno fa mi ha portato delle meravigliose alici freschissime.
Avevo pensato di farle come al solito sott'olio ma poi...............
Era da un pò che non preparavo questi piattini deliziosi, ho pensato di rispolverare queste ricettine e fare un unico post dedicato a questo piccolo ma buonissimo pesce



Alici alla pizzaiola: alici pomodorini maturi, pane grattugiato, origano, prezzemolo, sale pepe olio, un po di vino bianco
Preparazione: spinare, lavare bene le alici, in una casseruola mettere l'olio le alici , sale pepe e cuocere a fuoco medio per qualche minuto, girarle, ricoprirle con un po di pane grattugiato, prezzemolo tritato e origano, sfumare con vino bianco, aggiungere i pomodorini tagliati in 4.
Aggiustare di sale e finire di cuocere. Servire caldo


Pasticcio d'indivia e alici: alici puliti e spinati, delle foglie d'indivia passate per qualche minuto in acqua bollente. Pinoli, sale pepe, olio, pane grattugiato.
Preparazione: in una teglia mettere uno strato di foglie d'indivia adagiare sopra uno strato di alici poi coprire con indivia salare, pepare un filo di olio, fare un altro strato di alici coprire con l'indivia condire, spolverare con il pane grattugiato e mettere i pinoli.
Passare in forno a 200° C per un 15- 20 minuti


Pasticcio di alici e pureé: alici pulite e spinate, un po di pure di patate (si può anche usare il pureé in busta)
prezzemolo tritato, sale.
Preparazione:fare il pure e unirlo al prezzemolo tritato, in teglia mettere sul fondo un po di pureé, poi fare uno strato di alici salare leggermente, coprire con altro pure, fare un nuovo strato di alici e coprire con il pureé.
Mettere in forno caldo a 200°C per circa 20 minuti o fino a doratura