mercoledì 18 novembre 2009

Gnocchi di zucca --Orechiette rucola e pinoli

WW la zucca!!
Non so a voi ma qui piace in tutti i modi, con il riso, i fagioli, sulle crostate, sulla pizza.
Vedendo su alcuni album di alf e sui vostri blog gli gnocchi, mi sono detta devono essere squisiti.
Ho preso tutte quante le ricette e ne ho fatto un miscuglio, per il condimento ho seguito un suggerimento di Dauly
MMMMM che risultato, per i miei buongustai, da 5 forchette ah ah ah ah


GNOCCHI DI ZUCCA

Per l'impasto x 4: 300 gr zucca con tutta la buccia, 250 gr patate crude, 300 gr farina 00, ( il peso può variare leggermente, dipende dal tipo di farina) 30 gr grana grattugiato, 1 uovo

Per la salsa: 1 cucchiaino di farina di nocciole, un po' di burro ( o fatto ad occhio, la prossima volta lo peso) sale, 1 foglia di salvia fresca

Procedimento: appoggiare la fetta di zucca sulla teglia, passare in forno per 30 - 40 minuti
lessare le patate. Sbucciare le patate e schiacciare con lo schiaccia patate, sempre con lo schiaccia patate passare la zucca dopo aver tolto la buccia, unirla alle patate lavorare un po, lasciare il composto sulla tavola a raffreddare.
Ogni tanto girare un pochino, quando il tutto è ben freddo unire 1 uovo e il grana, lavorare il composto unendo pian piano la farina.
Appena l'acqua bolle, incominciare a fare dei filoncini e tagliarci dei tronchettini , mettere in acqua ben salata e fa bollire qualche minuto.
Nel frattempo in un salta pasta sciogliere il burro con la foglia di salvia, unire le nocciole macinate e un po' di sale con un pizzico di pepe,
Scolare gli gnocchi versarli nel salta pasta, amalgamare un momento a fuoco basso, mettere nei piatti, spolverare con una bella presa di grana e, un po di pepe macinato al momento
Per abbellire il piatto ho cotto in forno con olio delle fette di zucca salate e, passate nella farina
EEEEE Buon appetito




Orecchiette rucola e pinoli




Per 4 persone: 1 pacchetto orecchiette fresche, circa 20 olive nere snocciolate tagliate a rondelle,
un cucchiaino pinoli macinati, qualche pinolo intero, olio, sale peperoncino , 200 gr ruchetta, 20
pomodorini pachino ben maturi
Procedimento: cuocere le orecchiette in acqua bollente salata, a metà cottura unire la ruchetta ben lavata e tagliata a striscioline.
Nel salta pasta preparare la salsa: olio e peperoncino, far scaldare un po e versare i pomodorini tagliati in 4, le olive il sale, far cuocere circa 15 minuti poi unire i pinoli macinati e quelli interi.
Appena le orecchiette sono pronte, scolare e versare nella salsa, far rapprendere su fuoco per pochi secondi. Mettere nei piatti e portare subito in tavola

domenica 15 novembre 2009

Buon Compleanno Mario

Voglio iniziare questo post con la lettera che mio cognato Roberto ha scritto per il fratello Mario
(detto Caruso per la sua splendida voce). Parole che ci sono arrivate al cuore, che hanno fatto scendere due lacrimoni a parecchi di noi.



Ieri 14, Novembre 2009 , è stato organizzata una festa a sorpresa per mio cognato,
tutto è filato liscio.
I preparativi sono stati fatti in gran segreto con la collaborazione di tutti gli invitati.
Questo è il lenzuolo che ha preparato Marco, il figlio di mia nipote per fare gli auguri al nonno

Ecco mio cognato un pochino frastorato, fermo sull'uscio, viene preso d'assalto da tutti invitati



Buffet per l'aperitivo poi tutti a tavola, antipastini pronti accompagati da deliziose focaccine al rosmarino
Il tutto rigorosamento acquistato nei migliori negozi del nostro paese



Si da inizio al banchetto:
Mario ascolta con attenzione i biglieti augurali, letti dal figlio Maurizio



Questo ragazzo si chiama Marco, cameriere al top della simpatia, spinge il carrello con la lasagne e i cannelloni
Per secondo maialino pollo, patatine e insalatina
Tutto rigorosamente acquistato

Carrellata di dolci, che dire una meraviglia per gli occhi, una delizia per il palato
Fra queste delizie acquistate nei negozi artigianali, fanno bella mostra le deliziose pesche di sorby la ricetta http://delicatezzedisorbyy.blogspot.com/2008/10/pesche-allalchermes.html

Ah ah, qui come vedete la torta a preso fuoco.
I 70 anni sono stati accesi fra gli applausi dei commensali

video


Infine questo piccolo video, per allietare le vostre orecchie

Buon compleanno cognato

Sei un

uomo

Speciale

domenica 8 novembre 2009

Crostata di Mele e Mandorle di Adriano Continisio

Perchè oggi 8 novembre 2009 molti food bloggers e forumisti pubblicano in contemporanea questa ricetta?

Per solidarietà con Adriano Continisio che l'ha inventata e pubblicata sul suo blog già nel 2007.

Riassumendolo in pochissime parole, questa manifestazione vuole porre l'attenzione prima di tutto sulla necessità di un comportamento corretto per chi usa la rete nei confronti di chi pubblica materiale.
Spesso si sceglie di mettere a disposizione il proprio materiale o lavoro con una licenza che permette di usarlo a condizione che se ne citi la fonte e questo è già un dono, a nostro avviso.
Si dice a chi legge: puoi gratuitamente utilizzare il materiale, puoi prenderlo, ma devi specificare che è mio e dire dove l'hai preso. Non è chiedere molto!

Altra importante condizione è che il materiale non venga usato a scopo di lucro.
Quando tutte e due le condizioni non vengono rispettate è evidente che la cosa è ancor più grave.

Questa volta è capitato ad Adriano, ma nel tempo è già capitato ad altri. Creare un tam tam è forse il primo di tanti passi per avversare il fenomeno, perciò ci siamo uniti e oggi pubblichiamo con il nome del suo autore la ricetta e la foto della crostata che ognuno di noi ha preparato.


E' ora che tutti sappiano di chi è la farina e pure il sacco!!!!!





Crostata di mele e mandorle di Adriano Continisio

Ingredienti:
400gr pasta frolla
4 mele grandi (ca. 600gr al netto degli scarti) (ho usato le Golden Delicious)
80gr di zucchero
4 cucchiai di amaretto di saronno
succo di mezzo limone
poca cannella in polvere.

Massa di mandorle:
120gr uova intere
60gr zucchero
50gr farina di mandorle
15gr farina di mais fioretto
15gr fecola
un pizzico di sale
estratto di mandorle

una manciata di mandorle a lamelle
sciroppo di zucchero
marmellata di albicocche.

Saltare a fiamma alta le mele sbucciate e tagliate a cubetti, miscelate con il succo di limone e lo zucchero, fino a che non risultino asciutte ma non spappolate.
Incorporare il liquore e la cannella e lasciare raffreddare.

Foderare uno stampo da 26cm e cuocere in bianco per 15 minuti (i primi 10 con carta da forno e riso).
Nel frattempo montare le uova con lo zucchero ed il sale, incorporare delicatamente le polveri e poche gocce di estratto.
Pennellare la frolla con poca marmellata, versare le mele, coprire con la massa e cospargere con le mandorle a filetti.

In forno a 170° per ca. 20 minuti.

All'uscita dal forno lucidare con sciroppo a 30°be.




Questa favolosa ricetta è stata pubblicata da Adriano domenica 23 settembre 2007 alle 9.02


Etichette: Torte

Per chi non conosce l'antefatto, la storia è su Profumo di Lievito, il blog di Adriano

http://.profumodilievito.blogspot.com/2007/09/altra-mia-passione-sono-i-dolci.html

Krapfen degli Ussari

Questo è il mio 3° esperimento , quasi interattivo fatto assieme alle cuochine di Alf.




Il tutto è stato svolto sotto la guida di Lunaneraazzurra i primi di Settembre, assieme a noi hanno partecipato anche Kiki ,Shade, Nadi70, Franci, Sandra, Venerebeau, Dauly,Chiccuccia, Angechia, Lunadargento, Mariolina, Luisa, Sonia, Anto81, Alice.
Chiedo scusa se ho dimenticato qualcuno
.

Krapfen degli Ussari (biscottini degli ussari)

INGREDIENTI:

300 gr di farina di frumento
200 gr di burro
100 gr di zucchero
75 gr di nocciole sgusciate
2 tuorli duovo
1 pizzico di sale
Burro per la placca del forno

Per la lucidatura: 1-2 tuorli duovo

Per la guarnizione: 70 gr di marmellata di albicocche, 70 gr di marmellata di lamponi, 1 cucchiaino di succo di limone, 1 cucchiaino di distillato di lamponi

PROCEDIMENTO:
Impastate la farina con il burro ammorbidito a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti, lo zucchero, i tuorli, le nocciole sgusciate e macinate, un pizzico di sale.
Avvolgete limpasto in un foglio di alluminio da cucina e mettetelo in frigorifero per un paio dore. Trascorso il tempo formate delle palline di pasta e scavate un incavola centro di ciascuna.
Spalmate i dolcetti con tuorlo sbattuto (io ho usato un tuorlo diluito con un pò di albume), poneteli su una placca da forno ben imburrata e fateli cuocere, nel forno scaldato a 200C per circa 15 minuti.

Metteteli quindi su una griglia e lasciateli raffreddare.
Riscaldate separatamente le marmellate e mescolate, quella di albicocche con il succo di limone, mentre quella di lamponi con il distillato (io ho utilizzato marmellata di fragole e di pesche con aggiunta di succo di limone).

Infine, farcite alternativamente i dolcetti con una delle due marmellate e lasciate asciugare.
Io ho usato un solo tipo di marmellata, ma prima di farcire ho spolverato con zucchero a velo